Ricetta: Granita al cioccolato siciliana

Ricetta: granita al cioccolato siciliana

Se desiderate gustare una deliziosa granita al cioccolato siciliana, ecco per voi la mia ricetta collaudata.

La granita al cioccolato è semplicissima da preparare, anche senza gelatiera, con pochi ingredienti ed è ottima non soltanto per sorprendervi e per sorprendere i vostri cari con una colazione speciale, ma anche per sostituire un pasto principale con qualcosa di fresco, per esempio un pranzo al ritorno dal mare, oppure dopo aver trascorso una lunga giornata piena di impegni, in cui vi siete sentiti accaldati.

Vi consiglio inoltre di accompagnare questa granita con una classica brioche oppure con del pane bianco morbido.

Ecco a voi la ricetta.

Ingredienti:

40 gr di cacao amaro;

130 gr di zucchero semolato o zucchero di canna grezzo;

– una spolverata di cannella;

400 gr acqua

Preparazione:

Mettete in un pentolino il cacao, lo zucchero e la cannella. Mescolate e aggiungete poco per volta l’acqua.

Quando gli ingredienti si saranno amalgamati, accendete il fuoco a fiamma bassa per qualche minuto, finché lo zucchero e il cacao saranno del tutto sciolti.

A questo punto spegnete e lasciate raffreddare.

Non appena il vostro preparato sarà tornato a temperatura ambiente, potrete mettere in freezer.

Basteranno un paio di ore e la granita al cioccolato sarà pronta.

😉

___________________________

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Ricetta: Pane nichel free

Ricetta: Cantucci al Cacao

___________________________

Home

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

La Storia Infinita di Michael Ende

La Storia Infinita di Michael Ende è un romanzo fantasy del 1979 che non si può non leggere almeno una volta nella vita.

È un libro speciale e, se per caso non lo conoscete oppure vi siete limitati a guardare il film, è come se abbiate visto solo la cornice di un quadro d’autore.

Se non avete letto questo romanzo di certo non avrete avuto la possibilità di cogliere tutte le dense sfumature che ci sono dentro queste pagine, sfumature cangianti come quelle del deserto colorato di Graogramàn, dentro cui ci si può perdere come nella vita di ognuno di noi, quando si perde l’orientamento del proprio presente.

Questo romanzo di Michael Ende, non solo contiene al proprio interno tutte le storie che possono essere state scritte o che devono essere ancora scritte, un po’ come avviene ne la biblioteca di babele di Jorge L. Borges, da cui probabilmente l’autore ha preso ispirazione. [Il racconto la biblioteca di babele è all’interno dell’affascinante raccolta di racconti “finzioni” del 1944]. La Storia Infinita è anche un libro che oltrepassa il confine tra sogno e realtà, tra desideri e difetti, tra identità e nulla. Perché il “nulla” contro cui combatte il coraggioso Atreiu non è una negazione in sé, ma la perdita delle idee e la perdita di quella determinazione necessaria per raggiungere un obiettivo. Continue reading “La Storia Infinita di Michael Ende”

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Spazi verdi in città

È ormai risaputo che gli spazi verdi in città rappresentano non soltanto una necessità per mantenere l’aria respirabile, ma anche un esigenza umana, che consiste nel poter godere di aree pubbliche e di svago all’aria aperta. Abbiamo infatti compreso che trascorrere del tempo nelle aree verdi con frequenza almeno settimanale, comporta un miglioramento dell’umore e fa bene allo spirito. [Per approfondire l’argomento puoi vedere il libro: Effetto Biofilia

In molte città italiane i giardini sono nati inizialmente per volere di personaggi aristocratici e nobili che li predisponevano per rendere più belle e particolari le loro ville e solo successivamente sono diventati spazi pubblici, di cui poter fruire collettivamente.

Oggi l’argomento dei polmoni verdi desta un interesse crescente nella gestione amministrativa dei singoli comuni, soprattutto tenendo conto del fatto che negli ultimi anni i temi ambientali si sono stratificati nella coscienza sociale dei cittadini. Continue reading “Spazi verdi in città”

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Coccinelle nel giardino e nell’orto

Coccinelle nel giardino e nell’orto.

Quando immaginiamo che in un giardino, in un orto o comunque uno spazio verde, possano esserci degli animali che possano rendere quel verde più piacevole da vivere e da visitare, di solito pensiamo agli uccelli. Gli uccelli sono variopinti e vivaci e, grazie ai suoni che emettono e ai colori appariscenti di cui si vestono, attraggono l’attenzione.

Gli insetti invece solitamente vengono considerati fastidiosi, ma questo è vero soltanto per alcuni di essi. Continue reading “Coccinelle nel giardino e nell’orto”

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Ricetta: Confettura di fichi

Il fico è il frutto che simboleggia la dolcezza, e che si presta bene alla conservazione per essiccazione oppure alla preparazione di confettura. La confettura  di fichi è ottima da gustare per esempio con i formaggi stagionati, ma si può utilizzare anche per le classiche crostate o per altri dolci tipicamente invernali.

Il fico è un frutto ricco di energie, perciò è così gradito durante la stagione fredda.

Per  voi la facile ricetta della confettura.

Ingredienti:

– 1 kg di fichi freschi

– 200 gr di zucchero

– 1 limone

– 10 gr di radice di zenzero grattugiata

Continue reading “Ricetta: Confettura di fichi”

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Siamo quel che mangiamo

Siamo quel che mangiamo! È un’affermazione semplice ma al contempo ricca di significati, come dichiarano sempre più spesso i nutrizionisti e gli esperti dell’alimentazione.

La nostra identità è fatta dal cibo che mangiamo e da come lo mangiamo. Le sostanze che entrano nel nostro organismo infatti ci rappresentano, in quanto sono ciò a cui diamo il compito di nutrirci e di sostenerci nel corso delle nostre giornate.

Il cibo è anche un linguaggio che ci parla di situazioni, che ci spiega i rapporti, che ci racconta di epoche e di luoghi, di simboli e di valori.

Ma innanzitutto il cibo è una necessità, è ciò di cui il corpo ha bisogno per raccogliere le proprie energie, è ciò che ricarica le nostre batterie fisiche e psicologiche. Alla necessità si affianca inevitabilmente il gusto, cioè la sensazione di piacere che si accompagna al nutrirsi. Continue reading “Siamo quel che mangiamo”

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Ricetta focaccia d’Uva

Oggi vi suggerisco la focaccia d’Uva, una ricetta semplice e sana, una ricetta antica di quelle che tramandavano le nonne ma che piacciono anche alle nuove generazioni, soprattutto ai bambini. 

Continue reading “Ricetta focaccia d’Uva”

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Arredare con il cartone reciclato

Arredare con il cartone riciclato non solo aiuta l’ambiente che ci circonda e ci consente di dare sfogo alla creatività, ma è anche un buon modo per realizzare mobili adatti per i bambini, e magari costruirli o decorarli insieme a loro.

Per gli psicologi e i pedagogisti le parole chiave nell’arredamento per bambini sono: semplicità, versatilità, ecologia e sicurezza. Meglio quindi un mobile di cartone, piuttosto che quelli pesanti, in materiali sintetici antiecologici. E soprattutto niente arredamenti costosi che fanno vivere con l’ansia che il bambino li sciupi e che non consentono al bambino di giocare tranquillo.

Continue reading “Arredare con il cartone reciclato”

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Fico frutto antico

Il fico frutto antico, utile anche per togliere i nei penduli.

Il fico è un frutto antico e dolcissimo che si raccoglie in estate, a partire da metà luglio, fino a settembre.

È un frutto delicato che non si può conservare a lungo nella sua freschezza, ma che si può lasciare essiccare, per gustarlo anche nel periodo invernale.

Il momento di massima maturazione del fico si ha quando “l’occhio è lacrimoso, la camicia è da furfante, e il collo da impiccato”.

Quando la maturazione è completa infatti sull’occhio si viene a creare una goccia che è della stessa consistenza, della colorazione e della dolcezza del miele. È proprio la dolcezza che caratterizza questo frutto antico, il quale racchiude in sé una polpa carnosa, dal  colore che varia tra il rosa e il rosso granato. Con la maturazione la pellicina esterna del fico diventa più sottile e talvolta sfilacciata, facile da togliere.

Continue reading “Fico frutto antico”

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

I fiori notturni

I fiori notturni sono quelli che mostrano la loro bellezza quando il sole tramonta e tutti gli altri vanno a dormire.

Madre Natura ha dato a questo tipo di fiori il compito di affascinare gli insetti notturni, ed essi hanno un orologio naturale esattamente contrario al nostro.

È possibile ammirarli soprattutto in primavera e in estate.

Ma quali sono questi fiori notturni?

La prima da ricordare è la comunissima bella di notte, il cui nome tecnico è Mirabilis japala. È facile da coltivare ed in molte zone cresce spontanea. Continue reading “I fiori notturni”

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail