Earthsea: il libro che ha ispirato Harry Potter

Se sei un amante del genere fantasy non puoi non aver letto la saga di Ursula K. Le Guin intitolato “La leggenda di Earthsea” edito dalla nord.

Questo stesso romanzo è edito anche con il nome di La saga di Terramare con mondadori.
.
La saga contiene cinque libri di cui il primo “il mago di Earthsea” è stato pubblicato nel 1968.

Earthsea è un mondo di grandi arcipelaghi dove gli abitanti si muovono tramite imbarcazioni. E’ un mondo dove la magia è potente e le forze dle bene e del male si fronteggiano.
Come la stessa Rowling ha dichiarato un po’ di tempo fa questa saga ha ispirato Harry Potter.
A ben guardare non solo la presenza in Earthsea di una scuola di magia è un’elemento in comune con Harry Potter.

Una somiglianza interessante risiede nella leggenda di un mago che sconfiggerà le forze del male e poi si può notare che la magia in Earthsea viene gestita attribuendo importanza al senso delle parole, del nome che hanno tutte le cose. Solo colui che conosce bene una cosa può avere il potere di utilizzare un incantesimo per modificarla.Map of Earthsea.jpg

La Rowling ha utilizzato nei suo romanzi molta attenzione nel significato dei termini con cui venivano formulati gli incantesimi.

Un altro autore che da questo punto di vista ha preso spunto da Earthsea è stato Christopher Paolini con il suo Il ciclo dell’eredità. In questo giovane autore c’è una fonte di ispirazione legata al mondo dei draghi, su cui si possono notare riferimenti in particolare al quarto libro della Le Guin intitolato “I draghi di Earthsea”.

La leggenda di Earthsea“” è un bellissimo libro.Risultati immagini per immagini earthsea

Io l’ho letto per la prima volta da ragazzina e quando l’ho ripreso da adulta ho ritrovato in esso anche molti spunti di riflessione sulla natura umana che inizialmente non avevo notato. In particolare il tema del rapporto con il proprio lato oscuro, quella parte in ombra che c’è in ognuno di noi. E il rapporto con la morte che nel libro diventa una sorta di confine fisico con cui confrontarsi per oltrepassare le proprie paure.

Lo consiglierei a tutti e non solo a coloro che amano il genere fantasy. ma a tutti quelli che amano vedere oltre la realtà quotidiana.

******

Vedi questo libro su Amazon:

Se non visualizzi l’immagine vai al seguente link: La leggenda di Earthsea

vedi su Il Giardino dei libri: La Saga di Terramare

________________________

Altri post che potrebbero interessarti:

Terrarancia: un libro che parla di cambiamento

Web 3.0. Che cos’è? Un Libro per capire

Il gioco dell’angelo: un libro che non si dimentica

________________________

Per approfondire gli argomenti di questo post è possibile vedere ai seguenti link:

Sito J. K. Rowling

Pottermore

Ursula K. Le Guin Wikipedia

Ursula K. Le Guin site

https://it.wikipedia.org/wiki/Christopher_Paolini

https://it.wikipedia.org/wiki/Eragon

http://www.alagaesia.com/

________________________

Home

One thought on “Earthsea: il libro che ha ispirato Harry Potter


  1. Ursula K. Leguin…
    Ursula tritamaronesK Leguin…

    Il motivo per cui il film del figlio di Miyazaki non ha sfondato.
    Amo il fantasy, ma se una che mi dice “non bisognerebbe mai guardare un drago negli occhi” poi non tramuta il miserabile umano che ha osato tanto in un mucchietto di cenere, ad opera dello squamuto sputafuoco, già mi scade. Però il motivo che mi spinge a preferire la Rowling alla Leguin è lo stile. La Rowling è colorata, vivace… briosa come una sinfonia di Mozart, capace di farti esultare persino con una messa da requiem. Ursula, benedetta donna, è come Sibelius. Lo conosci Sibelius? Ha scritto melodie bellissime, struggenti, tra cui quello che considero il suo capolavoro: il Walzer Triste. Però se mi metto a fischiettarlo non mi si fila nessuno, se invece fischietto le prime tre note delle nozze di figaro… nell’ambiente giusto mi risponde il coro!

    Ecco, la Leguin mi fa lo stesso effetto. Ben venga che abbia ispirato un gran bel lavoro come la saga di Harry Potter, ma attenzione ai paragoni: qualcuno potrebbe credere che a leggere la Leguin si possa respirare la stessa atmosfera 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code