Il garzone del boia di Simone Censi

Il garzone del boia è il titolo dell’ultimo romanzo di Simone Censi, il cui protagonista è un bambino ceduto dalla propria famiglia a uno sconosciuto che ne farà il proprio garzone.

Quell’individuo sconosciuto al cui seguito il bambino si ritrova, è un boia, un uomo realmente esistito, che all’epoca fu soprannominato Mastro Titta, e il cui mestiere era quello di giustiziare chi avesse commesso un crimine.

In questo libro l’autore interseca il contesto storico alla scrittura romanzata e ci racconta, tramite la voce in prima persona del giovane garzone, come l’azione cruda di un boia possa essere vissuta con la ripetitività della routine.

Un libro che, come un diario, descrive singoli episodi vissuti dal protagonista, come brevi racconti dentro il racconto. Storie di gesti inconsulti, compiuti per rabbia, per passione, per follia, per esasperazione, per disperazione, con crudeltà o con pentimento. Storie che sono distanti due secoli da noi e che mostrano una cultura che ci somiglia ormai poco, ma nella cui umanità possiamo ancora riconoscerci.

Un libro per riflettere anche sul tema della giustizia, come valore non universalmente condiviso, ma soggetto a seguire le scelte politiche di un luogo e di un tempo.

******

Puoi acquistare questo libro

su Amazon:  Il garzone del boia

____________________________________

Libri di quest’autore:

Amico, nemico

Premio LetteraturaHorror.it 2018

Damon Gallagher in “La superstite”: GHOST HUNTER – IL METODO GALLAGHER

Damon Gallagher in “L’amante della natura”: GHOST HUNTER – IL METODO GALLAGHER

Damon Gallagher in “Vittime e carnefici”: GHOST HUNTER – IL METODO GALLAGHER

Un gioco creativo per bambini: Verde. Punto

_____________________________________________

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Dove il soffitto incontra il cielo di Maria Fazio

Il SenzaVoce di Maria Fazio

Anime in Trappola: un romanzo tra mistero e suspense

________________________________________

Home


Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *