Quando la Comunicazione è Efficace

Che cosa si intende per comunicazione efficace?

Ci sono studiosi, i sociologi della comunicazione, che analizzano i comportamenti collettivi e cercano di capire i meccanismi della comunicazione. Ci sono anche esperti in vari settori che spiegano come utilizzare la comunicazione per raggiungere determinati obiettivi di vendita.

Qui parlerò di questi argomenti non come di una teoria scientifica, né con l’obiettivo di vendere, ma per come li viviamo nella nostra esperienza quotidiana, nel nostro rapporto con gli altri. Per capire qualcosa sui comportamenti e magari a migliorare i nostri rapporti interpersonali.

É davvero possibile migliorare i nostri rapporti interpersonali?

Forse non abbiamo mai pensato che ci aiuterebbe riuscire a comunicare in modo più efficace.

Oggi quando si parla di comunicazione efficace si fa riferimento solitamente a una comunicazione persuasiva.

Da questo punto di vista una comunicazione sarebbe efficace soltanto se riuscisse a convincere chi ascolta che il messaggio è bello e magari a vendergli qualcosa. Ma non è così.

Il concetto di efficacia è molto più ampio e si riferisce al fatto che un messaggio sia recepito bene da chi lo riceve, e questo grazie al fatto che sia espresso in maniera chiara e comprensibile.

A questo punto qualcuno potrebbe pensare: “Parliamo tutti la stessa lingua! Che ci vuole?”

Non è proprio così.

Combinando tutti gli elementi della comunicazione si ottiene in un certo senso la ricetta per preparare un dolce delizioso.

Ovviamente come in tutte le ricette bisogna dosare con attenzione tutti gli ingredienti, e bisogna mescolarli nell’ordine giusto, altrimenti il risultato non sarà buono quanto dovrebbe.

Per successo si intende che il messaggio giunga al destinatario mantenendo il contenuto il più possibile congruente con quelle che erano le intenzioni del mittente.

È questa che viene chiamata efficacia del messaggio.

È come in quel gioco del telefono senza fili, che abbiamo fatto un po’ tutti almeno una volta nella vita, dove alla fine della catena il messaggio iniziale è stato completamente alterato.

Questo nel gioco ci fa ridere ma quando nella vita quotidiana accade che un messaggio venga frainteso si possono generare situazioni complicate e persino conflittuali.

In realtà non è così semplice esprimersi in modo efficace, e tutti noi lo abbiamo sperimentato soprattutto nei rapporti familiari, di amicizia e d’amore. Ma anche in ambito lavorativo, nei luoghi di incontro e di associazione, nei luoghi pubblici, etc.

È necessario essere flessibili dal punto di vista comportamentale. Riuscire cioè a modificare il nostro modo di dialogare in base all’interlocutore che ci troviamo di fronte. Questa è una cosa che in genere facciamo in modo automatico, ci adeguiamo a chi abbiamo di fronte. Anche il nostro linguaggio, il tipo di parole che utilizziamo è diverso di volta in volta.

Quando però ci troviamo di fronte ad una situazione nuova, o in un contesto a cui non siamo abituati, oppure in compagnia di persone con cui non ci sentiamo a nostro agio, può accadere di non essere immediatamente pronti ad utilizzare una comunicazione adeguata.

Come fare ad ottenere risultato immediato?

La risposta è osservare tutto ciò che ci circonda ed ascoltare con attenzione il nostro interlocutore.

Quello che talvolta ci manca è la consapevolezza.

Samo talmente presi dalla difficoltà di affrontare la situazione nuova da non fermarci a riflettere su ciò che abbiamo intorno perché siamo troppo focalizzati su noi stessi e sul modo in cui gli altri possono giudicarci.

Il giudizio è reciproco e da questa consapevolezza si possono costruire le basi per un dialogo.

Per ottenere una comunicazione efficace è necessario allenarsi quotidianamente nell’utilizzo di tanti piccoli accorgimenti che ci avvicinino il più possibile all’interlocutore. Questi accorgimenti possono variare in base alla situazione ma se dovessi provare a formulare una prima regola da rammentare (e che troppo spesso diamo per scontata) è che la gentilezza è un’arma fortissima di comunicazione. A volte possono bastare un “per favore” o un “grazie” per capovolgere situazioni comunicative complicate.

L’efficacia comunicativa è quindi correlata alla capacità di metterci nei panni dell’altro e nel fare capire all’altro che comprendiamo il suo punto di vista.

_______________________

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Gestione della comunicazione: non solo parole

Gli elementi della Comunicazione

Ascoltare con attenzione: che cosa vuol dire

_______________________

Home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code