Racconto: “Il dilemma del pasticcere” di Lidia Paola Popolano

Il dilemma del pasticcereTITOLO: Il dilemma del pasticcere

AUTRICE: Lidia Paola Popolano

GENERE: Narrativa

**********

Gemma Dulceri, perché così è soprannominata la nostra Rosalba, non era un criticona per nulla. Era fatta di una pasta che qualcuno definirebbe genio, qualcun altro divergente.

Beh chi la definisce polemica del c…o lo troviamo pure … E gli darei pure ragione, non fosse che la sua polemica era sempre produttiva, solo che difficilmente qualcuno le dava l’opportunità di mettersi alla prova. Generalmente veniva liquidata in malo modo. Come ben sappiamo la maggior parte delle persone guarda più alla forma che al contenuto. E Gemma di forma aveva una specie di pasticcino un po’ troppo lievitato secondo i gusti dell’epoca. Curve al loro posto si, ma sbordanti da maglietta e gonna piuttosto risicate. Beh lasciamo ogni divagazione e ritroviamola mentre con il naso sporco di farina, inizia a mescolare nel generale e religioso silenzio, del fior di farina bianca, della farina di mandorle e nocciole, uova fresche, zucchero, scorza di limone, mezzo bicchiere di latte e mezzo bicchiere … e qui prende una bottiglietta senza etichetta, annusa e versa senza mostrarne il contenuto. Si alzano tutti in piedi cercando di capire ma no, impossibile. Adesso è completamente presa e il pubblico rapito. Romolo non le stacca gli occhi di dosso. Mescola inforna e tutto come se fosse la sua stessa pelle e cuore e muscoli. Non è apprezzabile differenza tra lei e il dolce in formazione. Sforna e il profumo è proprio quello di una volta. La forma non è perfetta ma sale un applauso che sa di ricordi dolci e di mani rugose della nonna. Romolo ha perso ogni ritegno, corre ad abbracciarla e stacca piccoli pezzi di dolce per porgerglieli direttamente in bocca. Gemma? Beata. L’ingrediente segreto? Ognuno metta il suo … vi assicuro che viene meglio …

__________________________________

Della stessa autrice:

Racconto: Rotto

__________________________________

Gli altri Racconti alla Finestra:

Racconto: Un animo nobile

Racconto: una Milanese di troppo

Racconto: Il naso che scappa

Racconto: Fotogrammi

Racconto: Non chiamatemi vecchio

Racconto:  Il giorno di Oggi

Racconto: Donna Cuncetta ‘a fattucchiara

Racconto: Carlotta

Racconto: Verso la Luce

Racconto: Steambros Investigation – Halloween’s Hellgate

Racconto: Cuore Sacro

Racconto: la Danza delle Anime Complementari

Racconto: Tra terra e Mare

Racconto: L’ombelico della terra

Racconto: I colori nell’anima

Racconto: La Quaresima

_____________________________

Home


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code