Poesia: ETERNITA’ di Milosz Aleksander

  Lo vedi quel prato di fronte al mare?

Sta dicendo ad esso, come il color delle sue foglie e dei suoi fiori,

hanno aggraziato il manto della Madonna, quando Essa partoriva l’Eternità….

Come il profumo di una Donna, possa attutar il polline del fiore di Provenza,

ùquando, rapito dal vento corsaro, viene avulso dal suo stelo e disperso nell’Infinito…

Guarda com’esso svolazza nell’azzurreggiar del Cielo di Maggio,

attònito quando l’ape corteggia il suo stelo, e, come una piccola stella 

cùpida di luminar con i suoi colori, le acque grigiastre del Mare tumultuoso….

Le farfalle come tante damigelle, adagian il suo corpicino sul lembo di terra, e,

accovacciatesi su di esso come fosse un piccolo cria,

aspettano l’immutabile

processo della vita dopo la vita…..l’ETERNITA’

Polline e fiore, fiore e polline, così per sempre…..

Lo vedi quel prato di fronte al mare?

E’ l’EDEN……la mia Provenza.

______________________________

Altri articoli che potrebbero interessarti:

C’è da guardare oltre di Maria Fazio- Poesia

Poesia: Chi sono? di Aldo Palazzeschi

Citazione Alda Merini: farfalle

______________________________

Home

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail